SONETTI&sonnetti

Mentre l’auto corre in tangenziale con una certa titubanza in direzione DENTISTA, JENA (quasi 5 anni) mi tormenta con le solite insolite richieste…
“papyyy.. mi leggi qualcooosa..???”
“ma non vedi, sto guidando…!!”
“SÌ..ma se metti il libro sul volante puoi leggermi qualcoooosa.!! “
“e io come faccio a vedere la strada?”
“ma è tutta dritta… se c’è una curva ti dico io.. la destra è questa vero?….che ne dici papy?”
“..che lo farei volentieri.. ma il tuo papy, anche se sembra, (se non mi tiro su di morale io…) non è più un ragazzino,  e inizia a vederci poco da vicino, quindi, dovrebbe stare seduto sul sedile dietro per riuscire a leggere bene..  ti va’ di venire davanti a pigiare i pedali?
“..ma se sto sotto, non vedo niente…”
“mi sa’ che allora dobbiamo rimandare la lettura..”
“allora voglio LE TAGLIATELLE DI NONNA PINA…e poi anche CANDY CANDY..”

and so on… fino al prossimo assedio…

(nel frattempo la MONTESSORI, fa una piroetta a 360 gradi nella tomba e mette una taglia sulla mia testa… fortunatamente in lire…fino al prossimo anno sto tranquillo..)

..noi da piccoli, invece?… una figata…!!
“papà posso fare…??
“NO!!”
“..e perchè?”
“perchè NO!…”
..e lo spostamento d’aria unito allo scintillio di una cinghia rotante alla GIG ROBOT D’ACCIAIO, spolverava anche quell’ultimo velo di curiosità..

Invece io, mio malgrado, mi ritrovo completamente in balìa della JENA e dell’accusa di essere vittima della sindrome di “Erode”.  Se  non leggo qualcosa per almeno mezz’ora..(con WINNI DI POOH ormai ci diamo del tu) vengo assalito da tremendi sensi di colpa.

(“maccheppadre sono!! l’ho messo a nanna e non gli ho letto niente….. non avrà nessuno stimolo per sognare…  avrò precluso la fase REM, avrà un sonno annoiato  per tutta la notte svegliandosi più stanco di prima.. non parteciperà con interesse ai lavoretti in classe, verrà ammonito dalle maestre e canzonato
dagli altri bimbi che lo isoleranno e tutto questo a causa di chi?… di un padre incapace ed egoista!!)

..poi, però, mi rinfranco!

I mie genitori non mi hanno letto mai nulla, e nonostante questo, sono  cresciuto sano, con un ottimo equilibrio e soprattutto.. padrone di me stesso!!
Un nanosecondo dopo, però, mi si focalizzano anni di  psicoterapia che si srotolano sotto i piedi, ed i sensi di colpa riprendono a galoppare indisturbati nella mia sconfinata prateria.

…sono passati i tempi in cui, noi teatranti classici in erba (niente easy ironia,.. please!), prima del riposo, ci tuffavamo, a volte annaspando, in letture Shakespearianeper approfondire la nostra arte e cercare di sviscerare e pesare ogni singola parola per trovarne nuovi significati….(eccheccazzo!!)
..evitando accuratamente autori dialettali, vedi GOLDONI, con il suo teatro anticoncezionale
(…che culo nn essermi incontrato all’epoca!!)
Dopo i discorsi inutili e di risoluzione impossibile (e questa è la loro forza), vedi: CALCIO  e DONNE… si andava aggiungendo TEATRO CLASSICO ed affini..

…sono bastati pochi anni per passarei dai sonetti ai sonnetti.

Tutto questo, non neghiamolo (evviaaa con un giro di OUTING!!!)  anche per cercare, con voce perennemente impostata e calda (che a volte finiva per scottarci), di ammaliare qualche  malcapitata (leggi cameriera) che incappava nella nostra presenza dopo le prove. Con il segno della matita ancora  incollato a separare le nostre palpebre per dare “profondita’” agli occhi… la stessa che mancava al nostro spirito..

Poteva capitare che al bar qualcuno di noi apostrofava (nell’impossibilità di accentarla) la cameriera con un: “salve donna armoniosa… mi porti un caffè!
“liscio?”
“mannò, …oggi lo voglio increspato”
Sorriso di lei..(TRADUZIONE: ma va’ in mona!!)
“.. sai che oggi ti trovo particolarmente leggiadra..”..poi ammiccando con il vicino “non trovi che questo locale emani un’allegrezza alla quale da tempo ci si è disabituati??
(TRADUZIONE: quelle tette stanno premendo così forte sulla camicia che credo vogliano uscire.. se sei impegnata al bar,  posso portarle fuori io a fare un giro… anche tutte e due.. non è un peso… almeno non per me..!!
)

…all’epoca, “leggiadra”, era un buon riassuntivo.

E lei sorridendo: “..ve lo porto subito… .” (TRADUZIONE: cazzetto moscio, le tette, guardale a tua sorella… piuttosto che darla ad uno di voi, la faccio spedire in AFGHANISTAN  da EMERGENCY).

(…CAZZO IL TERREMOTO…!!!!  H. 4.05 ..speriamo che le virgole rimangano al loro posto….!!! .. bella bottarella!)

Eggià i tempi sono cambiati.. anche in auto, stopoesie di MONTALE lette da Arnoldo FOA, o LEOPARDI da Albertazzi. Si  vaga in tangenziale con la raccolta: “LE TAGLIATELLE DI NONNA PINA” a tutto volume perchè: “quaddietro non si senteee!.. e poi  manda avanti, metti la numero sette..”

Evvai con CANDY CANDY…

”è  UN zucchero filato e curiosità, è un mondo di pensieri e libertààà” (UN zucchero filato???…e me ne accorgo solo ora?…possibile?)
Evvai con la licenza poetica…. !!!
(DOMANDA: perchè la licenza di pesca scade e quella poetica mai??)

“dai JENA.. siamo arrivati.. slacciati che si scende…”
“sai papy..oggi dal dentista vorrei solo parlarci… niente trattorino. (leggi: trapano)….” oggi è meglio di no, sai?”
“JENA,…oggi anestesia totale… offro io!!!!

(ps: su youtube la versione CANDY CANDY è corretta… questa sarà fatta in Cina…

….che uomo preciso e impegnato che sono!!…. sono lusingato!!)

 

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

1 Commento

  1. ACCI…denti!! « perdentedisuccesso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: