…LA MONTAGNA E’ PROPRIO RILASSANTE….

…quando cazzeggio nel web, cosa che purtroppo accade sempre più spesso, mi vado ad incastrare in blog dove per la maggior parte, trovo storie di single-separati che grondano livore nei confronti dell’altro sesso, almeno da quello che uno solo dei due, scrive.

Se penso alla fine della mia storia con Miss X, a parte il terrore dei primi mesi, di trovare la tabellina del 7 evidenziata con un chiodo sul cofano dell’auto, cosa mai avvenuta (anche perchè va’ più forte nelle materie letterarie) e le 1000 accuse di avere un’altra nascosta in qualche tasca del marsupio, mi viene da dire, a voce mooolto bassa …che..sssstt.. tutto procede con un equilibrio ed un grado di sanità mentale inimmaginabile…ssssttttt
(se ora fossi a cavallo della bici, guiderei senza mani!!)

Giancarlo dell’edicola, quello del PUNTO di G.:
tze..tze.. credi di avere un rapporto sano con la tua ex??… aspetta solo che ti veda anche solo in compagnia di una tipa, e la prima volta che ti incontra partirà con una radiografia alla ricerca di graffi e morsi, con la scusa di controllare i punti neri sulla schiena…e questo prima della dichiarazione di guerra. ,,Il controllino dei punti neri lo faceva, vero??”
..beh..sì..”
he..un classico..!!”
insomma, dovrei trovarne una con la dentiera e guanti in pile?”
esatto!!.anzi…guanti e museruola… e sarebbe anche più eccitante…”
una donna con la museruola eccitante..??”
una donna che non parla è sempre eccitante…anche se a quel punto diventa a mezzo servizio!”
..???…” (non voglio approfondire…).

Questo per dire, che nonostante tutto riusciamo ad instaurare un rapporto amichevole ed equilibrato, almeno fino a quando uno dei 2, per qualche motivo esterno, (ma anche interno) diventerà meno infelice dell’altro. Almeno, ho l’impressione che funzioni così!
(non mi metto a fare salti di gioia, certo, ma infelice… mi sento solamente nella fase di scampato pericolo …come quando il secondino del carcere ti fa evadere e tu corri senza voltarti indietro senza sapere se ti sparerà alle spalle, un classico, o ti farà fuggire…)

Decidiamo per una gita sui monti sopra il paesino di Santorso, in provincia di Vicenza, in una piccola radura sottostante unantica pieve alpina un tempo casa dei monaci Girolimini, (qui si fa anche cultura… mica cazzi!!) ad ascoltare il concerto di un gruppo di amici che, forse per interrogare la Santa di turno, hanno chiesto ed ottenuto alloggio in una zona retrostante la chiesa.. Obiettivo: trovare un grado di solitudine e concentrazione tale, da concepire al meglio il nuovo CD, quello della svolta.
(e glielo auguro.. quelli della Piccola Bottega Baltazar se lo meritano!!).

Nei miei mesi di singletudine, mi ero forgettato che a MISS X, contro l’annoso problema di vertigini, sarebbe indicata la passeggiata solo in una trincea di guerra.
Per quel che riguarda la salita in montagna in sua compagnia, invece,… beh.. sarebbe più agevole per il sottoscritto la scalata di un 9000 metri, a torso nudo e con degli elettrodi attaccati ai testicoli.
Solo l’idea di arrivare fin lassu’, le aveva anticipato il ciclo!
Se ben ricordo sarebbe arrivato non prima di 15 gg. (sto tipo di contabilità fatica a schiodarsi dalla mente di un uomo,  merito dell’esimio professor Knauss. S
i è poi saputo in seguito che all’università veniva chiamato Ogino il kazzataro).

Saliamo nell’auto e mi offro di guidare. Accetta.Si accomoda al mio fianco e punta degli occhi vitrei che sembrano bilie di Murano, verso una qualche entità inamovibile che soltanto lei riesce a vedere.
Aggancia le unghie al cruscotto che si infilano come fosse marzapane.
Con i goccioloni che mi scendono dalla fronte per la tensione, che al solito somatizzo diventando quasi afono come un maniaco che cerca di attirare l’attenzione di giovinetti al parco, arriviamo a destinazione. Pareva di sedere a fianco ad una bomba ad orologeria…si fosse sentito il tickettio, sarei stato più sereno.
attento..!! 6 troppo a destra… ora troppo a sinistra…”
(cazzo!!..pare di essere un Mastella qualsiasi alla guida su sterrato)
“..attento a quella buca…rallentaaa.. stai correndooo!!!.”
Con un filo di voce: “ma guarda,..stiamo andando ai 17..km/h…”
..oddiooo !!! ..il 17 porta sfortuna…!!”

…e via così con un costante delirio blaterante senza cedere un solo attimo… come se Barbara Alberti si fosse impossessata del suo corpo, dimenticando di staccare il vibratore dalla presa di corrente.
..per non parlare poi delle continue minacce di far ritorno a casa…
Fortuna che nel frattempo, l’unico spazio agibile per invertire la rotta è un gran piazzale ghiaioso al fianco di una chiesa dove si nota una grande P all’ingresso…siamo a destinazione!!.

Jena corre fuori dall’auto per inspirare serenità ed espirare terrore misto a tensione. Miss x lo insegue.  Prima di scendere prendo una delle fugurine dei Pokemon che vagano per l’auto e provo ad incastrarla in un’ unghiata del cruscotto… Perfetta!!
Dovessimo arrivare a casa sani e salvi, le sostituirò con quelle di 10 apostoli. E’ una fortuna che i personaggi della fantasia, abbiano tutti figurine di misura standard.
Passo qualche istante afflosciato come un sacco vuoto e per consolarmi mi siedo sulle mie ginocchia…ho bisogno di coccole….

…la montagna è proprio rilassante…

(..magari si continua…. boh…vedremo!!)

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: