UN AMORE DI-VINO

Ci sono giorni, in cui ci si sente inutili come un letto rifatto… ma grazie a Dio non è questo il caso. L’inutilità, come oggi con Jena (5 anni) disteso sul lettone di Miss X, un po’ si cheta quando la mia giornata viene invasa da quel ruolo al quale ancora mi devo abituare…quello di padre. Se poi penso a come lo sono diventato….(tecnicamente un’ idea ce l’ho). Mi sfugge, invece, se in quell’occasione mi sia mai accordato con me stesso, oppure devo annoverare il tutto ad un colpo partito mentre pulivo l’arma. Mah!! Non voglio indagare, ma credo che Miss X abbia dei documenti assertivi, da me firmati in calce. (manco fossi un muratore).
Effettivamente, qualche amica fidata, mi aveva prudentemente fatto rientrare nella casistica dei padri che fanno le cose un po’ alla cazzo, ma poi, come un dono del cielo, nella loro dabbenaggine, il Divino crea loro la situazione ottimale per quel tipo di azzardi. Un po’ come quando dei “veri amici”, ad una festa, ti costringono a bere e proprio l’alcool, con il suo classico calcio in culo delliniziativa, ti consente di avvicinare quella tipa non repellente e con la quale alla fine ci trascorri un buon quarto d’ora giocando a tendecanadesi sotto le lenzuola.
Cosa può aver fatto credere al Divino che per un azzardo del genere, quello fosse il mio momento principe? …ma anche e soprattutto, con una  personale situazione economico-lavorativa che scendeva a valle come una slavina trascinando giù tutto, e che solo l’intervento di Francesco, mio commercialista/amico, riusciva ad arrestare mettendosi di traverso.
Ma è pure possibile che il Divino di cui sopra, abbia inalato esalazioni di spray sgusciate attraverso il buco dell’ozono e finitegli direttamente nelle narici (il che spiegherebbe finalmente l’inutile uso massiccio di lacche da parte delle donne)…ma forse e semplicemente, Di-vino è solo il soprannome che gli hanno affibbiato gli amici dell’enoteca “L’alto dei cieli”.

Non voglio pensarci. Non amo impicciarmi degli affari miei.

Invece ora mi trovo qui a casa do Miss X, con Jena nel lettone, disteso di traverso come l’alfiere degli scacchi e guarnito del classico pigiamino azzurro.
E mi sorprendo ad adagiarmi su di lui per incontrarne l’odore di bimbo che dorme, un rito che mai avrei pensato potesse accompagnarmi. Penso, dandomi del coglione, che se riuscissi ad imbottigliarne la fragranza potrei venderne e diventerei finalmente ricco.
Ma è una cazzata, lo so’! La gioia di un bimbo l’acquisisci solo quando smetti di vederlo come un’entità che sforna pizzette di merda e birrette di pipì, o quando la sua utilità non si esaurisce nell’essere un fondamentale gancio nel conoscere giovani mamme al parco, oppure ti diventa ottima scusa per evitare appuntamenti in zona Cesarini. La gioia del bimbo, la vedi soprattutto, quando a guardarlo fisso in volto, lo rivedi dentro immagini in bianco e nero che sgomitando si fanno spazio nei ricordi.
Me l’avessero detto prima, avrei scommesso e perso il numero della Gazzetta di quando abbiamo stracciato la Germania nella finale dei mondiali dell’82.
Insomma, come per le torte, l’acquolina la percepisci solo quando la crostata è fragrante davanti ai tuoi occhi, e non quando è un ammasso di ingredienti, con la loro inutile personalità, sparsi sul tavolo della cucina.

ciao papy…!!”
Ritorno in me, anche perchè fuori il clima non è dei migliori.
Mi illudevo riposasse altri 10 minuti…
ciao amore….pensavo che dormivi..”
no!…avevo solo gli occhi chiusi,..stavo cercando di rivedere i sogni che avevo fatto stanotte”
?????”
dai..mettiti sotto le coperte con me..”
Mi spoglio, mi infilo nel mio ex-lettone e ci abbracciamo come 2 Marlboro dentro un pacchetto nuovo.
Un certo effetto me lo fa, dover calcare il vecchio ring. E’ come rivedere il quartiere dove scorazzavi da bambino, ma che la guerra ha raso al suolo e non lo riconosci quasi più.
dai papy..giochiamo al gioco delle domande, ti va??”
d’accordo..chi inizia??”
inizia tu..dai..”
Intriso di quelle sensazioni che  durano poco e muoiono prima delle farfalle…
..pensaci un po’.. che cos’è per te … l’Amore..??”
sorpreso…
“…ma dai papy!!! …non vale!!! …non puoi farmi domande che non hanno risposte!!!….”
…già…che mona!!
.ma soprattutto ..chi è il suo vero padre??

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

1 Commento

  1. simpaticissimo….

    ciao
    .marta

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: