CRONACHE MARZIANE (dal banchetto)

Ultimamente ha fatto scalpore il presidente russo Medvedev dichiarando che gli extraterrestri esistono e sono in contatto con il nostro pianeta.
Si è subito accodato anche un parlamentare della Lega, Mario “semprelucido” Borghezio, confermando la fondatezza di tali dichiarazioni.
Confesso, Medvedev non lo conosco e non mi pronuncio, ma nn stupisce affatto che uno come Borghezio possa credere negli UFO…. voglio dire…questo qua crede ancora nell’esistenza della Padania.
Se fossi nella testa del leghista, a parte il fatto che ci starei comodo e parte cospicua potrei sub-affittarla, già me lo vedo a teorizzare come luogo di partenza per gli extraterrestri di sesso femminile, il misterioso pianeta di CALZEDONIA, dove per avere un contatto, devi sborsare, a seconda delle stagioni, dagli 8 ai 60 denari.
Oramai, trascorse quasi 2 settimane di “banchettonatalizio” a vendere minchiate, devo ricredermi sulle teorie dei 2 noti burloni;

 GLI EXTRATERRESTRI ESISTONO!!!

(MARZIANO N. 1)

I primi hanno dato il loro segnale di presenza fin dalla prima mattina di sabato.
Apro il gazebo e punta dritta verso di me la prima arcaspaziale dalla quale scendono una coppia di entità fisicamente somiglianti a noi, abitanti della terra, se non fosse per delle scarpe di cuoio senza tacco.
Non faccio in tempo nemmeno a buttare là uno sguardo di simpatia, che una delle 2 esordisce con le seguenti parole:
buongiorno… stavamo cercando proprio lei…”
(..uhmmm… sta frase non mi suona proprio nuova…)
buongiorno..lei conosce le istruzioni per vivere?!
(Cazzo!! ecco chi erano… Testimoni di Geova….non lo so’, ma se nn suonano all’alba e nn vado ad aprire in pigiama alle h. 7.00 del mattino con la bocca impastata da alcool o sonno, fatico a riconoscerli)
guardi sorella… non ho ancora capito come togliere il T9 dal mio cellulare”
(e non sto scherzando…alla mia amica Giada, ogni tanto, mi parte ancora un “ciao Giuda”).
Faccio loro notare che a breve arriverà la fine del mondo, sono incazzato perchè ho appena finito di pagare il mutuo della casa e se lo sapevo prima lo facevo a 20 anni, e che al momento la mia preoccupazione principale è trovare un locale decente dove a farmi una piadina per pranzo.
Devo essere stato convincente, sono risaliti sulla loro arca ed hanno virato verso il tipo dei Babbi Natale.

ZONA BABBI NATALE

banchetti natalizi

(MARZIANO N. 2)

..scusi, ho visto che qui sopra hanno ristrutturato il palazzo, ..hanno fatto proprio un bel lavoro. Ma ci verranno ad abitare??”
..no signora…è il saggio di metà corso dei ragazzi del corso di edilizia… ma poi torna tutto come prima…
..ma pensa te…”
..già, pensa!! te!

(MARZIANO N. 3)


(signora di mezza età)
…vorrei un braccialetto per mia sorella”
che tipo è sua sorella?..”
..è un po’ più bassa di me..!”

(MARZIANO N. 4)


..sono passata per sapere da che giorno iniziate le svendite”

(MARZIANO N. 5)


Il piu’ interessante di tutti i marziani è
Franco Badile, sicuro parente alla lontana del più noto Frank Zappa.

FRANCO BADILE

FRANCO BADILE…parente di FRANK ZAPPA

Alle h. 15, puntuale come un orologio Svedese (perchè sempre svizzero?), tutti i pomeriggi giunge alle nostre spalle armato di un’arma micidiale: una chitarra con 5 corde, che inizia a torturare con la stessa approssimazione dell’adolescente la prima volta che si trova tra le mani le tette della compagna di banco. Un suono ripetitivo e dilaniante, da ricordare, su piani vagamente diversi, Mr B. quando parla dei comunisti. (Personaggi da leggenda che vivono al fianco degli gnomi dei boschi e che il nostro anziano signore assicura di veder passare nel cortile della sua casa (di riposo) in compagnia di magistrati fosforescenti e che sono lì con il solo ed unico scopo di abbagliarlo).
Unico e vitale scopo, quello di
Franco Badile, oltre al sadico di dilaniare testicoli ad incolpevoli passanti, quello di far ruzzolare nella scatola posta ai suoi piedi qualche onesto centesimo di euro.
Peccato non abbia letto “Così parlò Bellavista”, dove, con irraggiungibile fantasia napoletana, un musicista, passava con chitarra tra i tavolini di una trattoria ed un cartello in mano:
non suono per non disturbare”

 Mi fermo qui! Sono le h. 00.15 di venerdi 21/12/2012, Giorno deputato a decretare la fine di stokazzo di mondo, e…e… nooo.. cazzo!!!…vuoi vedere che non ho manco una camicia stirata??

ALBERO JUKE BOX

ALBERO JUKE BOX

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: