INCONTRO SOLO DONNE MONORGASMICHE

Ecco, lo so! Qualcuno, di passaggio, avendo visto un titolo vagamente pruriginoso si sarà fermato pensando che forse stavolta valesse davvero la pena scorrere qualche riga.
Comprendo anche un’eventuale delusione, perchè all’interno, lo dico subito, non c’è nulla di tutto questo!
Mi sono semplicemente voluto omologare al classico sistema utilizzato per incuriosire il lettore e di conseguenza far salire le visite alle stelle.
Non è certo un’idea mia, non sono così sgamato.
Ma è che da un po’ sto frequentando da casa un corso di marketing presso una scuola di Milano.
Non potendo, per ovvi motivi economici seguire di persona, mi viene spedito un sms giornaliero con un condensato delle lezioni.
Si…effettivamente è un po’ pochino, ma è quello che in questo periodo mi posso permettere.
Non va meglio a Lady Marion, la mia dirimpettaia. Sta nelle mie stesse condizioni. Per un corso di taglio e cucito, le inviano su WhatsApp foto, dove signore di una certa età tengono in mano ferri da calza ed è praticamente impossibile capire come intendano utilizzarli nell’immediato.
Comunque, prima nozione sulla quale i miei insegnanti si sono subito soffermati e che avrei potuto pure intuire, è il condire, come con l’aceto balsamico l’insalata, di una spruzzatina di quel non so che, tanto da far sottintendere, almeno dal titolo, l’argomento sesso. Così, da attirare ad un primo sguardo amanti della lettura dell’ultimo momento.
Il primo SMS ricevuto, lapidario, riportava le seguenti parole: “culi&tette”.
Dicevo che avrei potuto intuirlo.
Incappai, infatti, da ragazzino, in una situazione analoga. Mi capitò tra le mani “MOTOSPRINT”, rivista che lascio a voi intuire cosa trattasse e che Mr Silent, il mio babbo, aveva lasciato sulla tavola della cucina. In primo piano della copertina, quella che una persona volgare definirebbe “una gnocca da paura”, ma che io, invece, mi limitai a “gradevole e procace giovinetta alla quale delle persone prive di scrupoli avevano rubato i vestiti”. Notai però, che un sussulto di pietà li aveva colti, e per non infierire completamente, le avevano almeno lasciato le scarpe con quel po po di tacco.

GIOVANE DERUBATA DEGLI ABITI

GIOVANE DERUBATA DEGLI ABITI

Come nella settimana enigmistica nel quiz “scova l’intruso”, orgogliosamente, avevo scoperto alle spalle della giovane, ben nascosta, una moto, della quale naturalmente non ricordo la marca, sebbene fossi all’epoca un grande appassionato.
In zona la scritta: “può essere tua per… “ ed una cifra in lire.
Ero corso da Mr Silent a chiedere spiegazioni. Non riuscivo a concepire che ci fossero delle donne in vendita. (cosa che sarebbe stata evidente, anni dopo, quando iniziai ad interessarmi di politica).
Ricordo, in quell’occasione, il viso di Mr Silent. Si era compresso in una smorfia e non venni mai a sapere se stava tentando con tutte le sue forze di sorridere, trattenersi dal farlo, o semplicemente aveva pestato una puntina da disegno.
Con lente gesticolazioni”, mi fece comprendere che in vendita non c’era la signorina, ma solamente quei pezzi metallici che le sbucavano dietro le rotondità e che ai miei occhi di ragazzino erano appunto: “l’intruso”.

Questa intuizione si avvalorò con gli anni leggendo “PANORAMA” che con una certa coerenza, gli editori avevano chiamato con quel nome “panorama”. Soffermandosi alla copertina, effettivamente, il panorama era la cosa più interessante del settimanale.
Con gli anni, è stata la volta dei telegiornali.
Primo fra tutti “STUDIO APERTO”. L’ho seguito fin dagli albori.
Non amando le notizie, ma da grande appassionato di meteo, calendari e cagnolini trovatelli, ho decretato quello come il MIO telegiornale di riferimento.
Ed ora, eccomi qui a seguire le orme dei miei maestri.
Ne approfitto per anticipare almeno tre titoli che sono nella top-list e potrei inserire nei prossimi post:

  1. 1001 MODI PER ANNAFFIARE LA BIANCOFIORE

  2. SESSO ORALE CON LA SANTANCHÈ… (ma solo per farla tacere)

  3. ROSY BINDI MI HA ALLUNGATO 5000 LIRE PER UN LAVORETTO.

Aggià…l’originale titolo e forse più sensato per questo post, sarebbe dovuto essere: “NONOSTANTE TUTTO SONO UN VIP”… ma ormai non c’è tempo…sarà per la prossima volta… qui fuori c’è gente che mi aspetta in macchina.

….ma diciamo la verità, “NONOSTANTE TUTTO SONO UN VIP”, avrebbe mai incuriosito??
….naaaaa!!!

(ps. Rosy Bindi, mi ha effettivamente elargito 5000 lire, lavoravo in una stazione di servizio e le ho controllato acqua&olio…non a lei, all’auto naturalmente!)

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: